Welfare aziendale anche per gli stagisti e i somministrati

Sei uno stagista o un lavoratore somministrato?
Bene! Allora anche tu puoi godere della deducibilità integrale delle spese relative ai beni e i servizi di welfare aziendale.
Lo dice l’Agenzia delle Entrate.
Qui sotto trovi il testo dell'Agenzia delle Entrate, invece qui l'articolo riguardante questa notizia.

Parliamo di Welfare di comunità: di cosa si tratta, quali sono i limiti e gli sviluppi futuri.

Vi ricordate il dilemma del prigioniero? Quello in cui la soluzione migliore risultava dalla scelta di entrambi i prigionieri di collaborare?
Bene, l’idea sottostante questo approccio è che facendo leva sulle risorse delle famiglie e delle comunità e mettendole insieme tra loro, si produca qualcosa di più della somma delle risorse dei singoli.
Focus sul Welfare di Comunità

Fare welfare in azienda, una guida pratica

Nonostante sia diffuso ormai da un po' d'anni, il welfare aziendale desta ancora molti interrogativi.
Vi proponiamo una guida pratica a tutti i vari aspetti che si possono incontrare nell'applicazione del welfare in azienda e in particolare per la corretta costruzione di un piano di welfare.
Il libro, edito da Adapt University Press, è scritto da Massagli, Spattini e Tiraboschi.
Qui vi presentiamo un estratto.

Welfare aziendale anche per i dipendenti con il CCNL delle case di cura e servizi assistenziali

Tutti i dipendenti delle aziende che applicano il CCNL delle case di cura e servizi assistenziali potranno usufruire di 200 euro da spendere in beni e servizi di welfare.
Leggi nell’articolo le parti sociali che hanno sottoscritto l’accordo e scopri tutti i nostri servizi!

Il coinvolgimento paritetico dei lavoratori: questo sconosciuto

Coinvolgimento paritetico dei lavoratori, Piano di Innovazione, SOP e PGP.
Probabilmente li fa anche la tua azienda ma tu non lo sai.
Qui ti spieghiamo di cosa si tratta.

Sbarra, Segretario Generale Aggiunto Cisl, sulla contrattazione di secondo livello

Il 4° rapporto presentato dall'Osservatorio sulla Contrattazione di Secondo Livello (Ocsel) della Cisl evidenzia come la contrattazione in azienda tende a realizzare sia miglioramenti di competitività e di produttività sia maggior benessere per le persone che vi lavorano.
Luigi Sbarra, Segretario Generale Aggiunto della Cisl, commenta questi risultati e avverte che se il governo alzerà le tasse togliendo le misure fiscali e contributive legate alla conversione del Premio di Risultato in welfare, loro non staranno certo in silenzio.
In questo articolo trovi spiegati bene tutti i dati del Rapporto Ocsel.

Il sostegno delle società di welfare per l'accesso e l'orientamento ai servizi

530 lavoratori italiani su 1000 trovano difficoltà nell'accedere ai servizi di welfare pubblico.
Tuttavia negli ultimi anni un sostegno importante sul fronte dell'accesso e dell'orientamento ai servizi è arrivato grazie all'intervento di società esperte - come i provider di welfare aziendale, start-up digitali e realtà del Terzo Settore – che hanno ideato servizi di welfare aziendale per sostenere i lavoratori anche nell'accesso alle prestazioni.
In questo articolo trovate i dati emersi dallo studio intitolato “Equo accesso e buon orientamento ai servizi: sfida inedita per il welfare aziendale”.

La seconda tranche dell'ERT

Buone notizie per i lavoratori del settore metalmeccanico e delle telecomunicazioni!
Da quest’anno i loro premi destinati a beni e servizi di welfare subiranno un aumento: le quote arriveranno rispettivamente a 150 € e 120 €.

Il welfare di Unipol

SiSalute, una divisone di Unipol, ha creato due card per far sì che i propri clienti possano beneficiare di diversi servizi sanitari erogati da una rete di strutture convenzionate diffuse su tutto il territorio italiano.
Le due tipologie di card sono: Card Esami e Visite e Card Fisioterapia.
Scopri tutti i vantaggi qui.

Il Welfare Specialist che aiuta a combattere lo stress e le preoccupazioni al lavoro

Sono più di 30 le grandi e medie aziende che hanno intrapreso un percorso di consulenza sociale e psicologica grazie a ISSIM, Istituto per il servizio sociale nell’impresa.
Si tratta di un'associazione apolitica e senza fini di lucro che fornisce servizi di counseling sociale e psicologico attraverso una rete di Welfare Specialist.
Le principali aree di intervento sono quattro: lavoro, salute, legislativa e personale e sociale.
Clicca qui se vuoi scoprire come funziona il servizio sociale in azienda.

Civitas arriva a Padova l'8-9 giugno

L’8-9 giugno Civitas torna a Padova per parlare al mondo dell’impresa di welfare aziendale declinato in chiave culturale, come leva gestionale e come infrastruttura sociale. Tanti gli ospiti e i temi che verranno affrontati sotto diverse lenti di lettura e alla luce delle recenti modifiche legislative.
Non saranno però previsti solo workshop e convegni: al termine dei lavori di venerdì sera, sono previsti uno spettacolo teatrale con cena di pesce.
Qui puoi trovare il programma completo dell’evento.
Civitas #percorsidibene ti dà appuntamento l’8 e il 9 giugno alla Fiera di Padova.
Visita il sito www.civitaspadova.it o vai alla pagina Facebook Civitas per ricevere maggiori informazioni.

Nasce il Neo-Welfare

Ruggero Frecchiami, Direttore Generale del Gruppo Assimoco, parla di Neo-Welfare per garantire le migliori condizioni e opportunità di crescita e sviluppo dei bambini, in particolare della fascia 0-5 anni.
La Compagnia ha messo a punto alcune soluzioni innovative allo scopo di tutelare i figli dalle fragilità economiche e sociali a cui devono far fronte le famiglie.

La Settimana del Lavoro Agile in Veneto

Dal 21 al 25 maggio si è svolta la Settimana del Lavoro Agile durante la quale si sono promosse iniziative di smart working per i dipendenti. All'evento tenutosi a Padova, in cui si è parlato ampiamente anche di welfare aziendale e conciliazione vita-lavoro, ha partecipato anche Wave.
Qui sotto puoi scaricare il programma della giornata.

Allegati

Il Grupp Cnai implementa i progetti di welfare

Il gruppo Cnai (Coordinamento Nazionale Associazioni Imprenditori) ha iniziato a promuove il welfare e a studiare pacchetti di beni e servizi da promuovere anche nelle PMI.
Obiettivi: promuovere la qualità della vita e il benessere dei lavoratori, affinché si concretizzi un “invecchiamento attivo”.

La scalata verso il successo del welfare aziendale

Secondo quanto emerso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sono 4.139 i contratti che prevedono misure di welfare aziendale (il 42% circa). Inoltre dalla fine dell’anno scorso sono state accettate dall’INPS 312 istanze per l’accesso alle agevolazioni pervenute dalle imprese.

La Circolare 5/E: di cosa parla e quali sono le novità

La circolare N° 5/E dell’Agenzia delle Entrate illustra il nuovo regime fiscale d’incentivo a welfare aziendale e premi di risultato: le novità riguardano le somme destinate alla previdenza complementare, all’assistenza sanitaria integrativa, all’iscrizione a casse o fondi sanitari e le polizze contro i rischi di non autosufficienza. A questo link puoi scaricare il testo completo della Circolare.

Rapporto Welfare Index PMI 2018

Il 10 aprile si è tenuta a Roma la terza edizione di Welfare Index PMI dove è stato presentato il Rapporto per il 2018 sullo stato del welfare nelle piccole medie imprese. Ne emerge che le PMI italiane sono sempre più protagoniste del cambiamento sociale (il 41% ha adottato piani di welfare) e i loro investimenti in welfare cresceranno sempre di più nei prossimi anni. Clicca qui per scaricare il Rapporto completo.

Welfare territoriale in risposta ai limiti del welfare aziendale

Il welfare aziendale si sta diffondendo sempre di più in Italia, ma parallelamente cresce anche il rischio di creare delle "isole di benessere" concentrate al Nord, solo in alcuni settori produttivi di alcune grandi aziende che mettono in pratica politiche incentrate principalmente su salute e previdenza. Come fare a superare tali limiti e a creare una rete connessa che coinvolga anche le imprese di dimensioni più piccole? La risposta sta nel welfare territoriale (e in questo articolo).

Welfare for People: una nuova piattaforma che affronta il tema del welfare aziendale

Welfare for People: una nuova piattaforma web nata dalla collaborazione tra ADAPT e l’Osservatorio UBI Welfare di UBI Banca che affronterà il tema del welfare aziendale e occupazionale mettendo in luce le best practice italiane e fornendo dati aggiornati in merito alla diffusione del welfare aziendale tramite un rapporto pubblicato annualmente.
Qui potete già leggere un estratto dal loro primo Rapporto.

Welfare italiano strabico

Lo strabismo italiano dove le famiglie più agiate pagano meno rispetto a quelle meno abbienti su sanità, istruzione dei figli e trasporto casa-lavoro. E il 56,5 % rinuncia al welfare a causa di una condizione economica sfavorevole. Queste le conclusioni dell'indagine MBS Consulting.

Intervista a Gigi Petteni, Cisl

Intervista a Gigi Petteni, Segretario Confederale della Cisl, sull’accordo firmato da poco tra Confindustria e le sigle sindacali.
Capiamo quali sono gli obiettivi del documento e quali possono essere le opportunità in materia di welfare aziendale e contrattuale.

Firmato l'accordo per un nuovo modello di contrattazione

Il 9 marzo è stato firmato il nuovo accordo tra Confindustria e le sigle sindacali per promuovere un modello di contrattazione condiviso. Tra gli aspetti toccati dal documento rientrano il “dumping contrattuale” e la valorizzazione del welfare aziendale e contrattuale.
Potete leggere il testo dell'accordo qui.

Convegno Cisl: "Contrattazione in azienda e politiche di conciliazione vita-lavoro nel 2018”

Organizzato dalla Cisl Belluno Treviso il convegno dal titolo “Contrattazione in azienda e politiche di conciliazione vita-lavoro nel 2018”. Bonan: “Ancora tanta la disparità dei redditi tra uomini e donne, ma smart working, flessibilità e part-time si stanno diffondendo sempre di più in provincia di Belluno”.

Accordo sulle nuove regole per la contrattazione

Verrà firmato a breve da Confindustria, Cgil, Cisl e Uil il nuovo modello contrattuale contenente le nuove regole sulla contrattazione e le relazioni sindacali basato sulla flessibilità. Infatti le categorie sono libere di trovare gli aggiustamenti tra le voci retributive nei due livelli che meglio si addicono alle caratteristiche del settore, basta che siano all’interno di due nuovi parametri: il Tem, «Trattamento economico minimo» e il Tec, «Trattamento economico complessivo».
Altra novità importante riguarda la valorizzazione del welfare aziendale all’interno del nuovo modello contrattuale.

Ripasso sui voucher welfare e sui flexible benefit

Facciamo un ripasso: non è possibile per un lavoratore usufruire della fiscalità agevolata se si utilizzano contemporaneamente i voucher welfare e i flexible benefit.
Vediamo allora qual è l’utilizzo corretto dei voucher welfare secondo l’Agenzia delle Entrate per non incorrere in spiacevoli sanzioni.

Novità dall'artigianato veneto

L’artigianato veneto fa passi avanti: incrementate le misure di sanità integrativa e di previdenza complementare.
L’accordo, valido fino al 2019, riguarda diversi comparti dell’artigianato locale ed è volto a rafforzare i meccanismi di previdenza complementare e sanità integrativa.
Nell’accordo, inoltre, possono rientrare anche coloro che hanno un contratto di apprendistato.

Proposte per contrastare la solitudine

Un assessorato cittadino dedicato al welfare che istituisca dei luoghi di interazione e dialogo, che metta a disposizione servizi di monitoraggio e assistenza domiciliare, valorizzando e integrando in rete le capacità di ascolto, coesione e inclusione. Questo (anziché un Ministero della solitudine) potrebbe essere utile?

Ottavo rapporto sulla contrattazione sociale e territoriale

Redatto a fine 2017 l’ottavo rapporto da parte di Cgil e Spi (Sindacato Pensionati Italiani) sulla contrattazione sociale e territoriale in Italia: quali sono le parti sociali coinvolte, le differenze territoriali, i destinatari delle iniziative e gli interventi messi in atto.
Il testo integrale del rapporto lo potete scaricare a questo link.

Smart working: tempi e ruolo dei sindacati

Intervista al CEO e ad un consulente di Variazioni sul tema dello Smart working: alla luce della nuova legge (n.81/2017), esiste un momento ideale per il coinvolgimento del Sindacato?

Welfare aziendale: un valore potenziale di 21 mld di euro

Il 24 gennaio è stato presentato il 1° Rapporto realizzato dalla Fondazione Censis sul welfare aziendale che rileva la situazione attuale del welfare italiano, evidenziando che il suo valore potenziale è di 21 miliardi di euro (come se ogni lavoratore ricevesse uno stipendio in più all’anno!) e che più basso è il reddito dei lavoratori, meno sostegno ricevono le politiche di welfare aziendale.

Welfare aziendale in rosa

Gli strumenti di welfare aziendale divengono sempre più delle valide forme di sostegno anche per le donne lavoratrici affinché riescano a conciliare la cura della famiglia e la vita lavorativa.
Il libro “Un welfare aziendale per le donne” a cura di Filippo Di Nardo, approfondisce proprio queste tematiche, descrivendo alcune interessanti case history di imprese che hanno realizzato delle iniziative di welfare aziendale incentrate sulla figura femminile e presenta anche una ricerca basata sul punto di vista delle donne manager e dirigenti.
Qui trovate la prefazione del libro.

Welfare aziendale tra dimensione organizzativa e cura della persona

Oggi vi proponiamo la lettura del libro Welfare aziendale tra dimensione organizzativa e cura della persona a cura di Franca Maino.
Le tematiche del libro sono state discusse durante il convegno “Welfare Aziendale-Trovare un nuovo patto tra le imprese e le persone” organizzato dalla Casa editrice Este a cui Wave è stata invitata a partecipare. Il libro affronta l’evoluzione del welfare aziendale da strumento di sostegno ai lavoratori in una fase di crisi del welfare pubblico a sistema per soddisfare le esigenze dei collaboratori, promuovendo la crescita e la produttività delle imprese. Si parla quindi di un nuovo patto organizzativo e sociale tra l’azienda e le persone sue dipendenti.

Legge di Bilancio 2018: novità in tema di welfare aziendale

In base alla nuova Legge di Bilancio 2018 , potranno far parte del paniere dei servizi di welfare aziendale anche l’acquisto di abbonamenti per il trasporto pubblico locale, regionale e interregionale.
Puoi leggere il testo completo della Legge di Bilancio qui.

Professioni del futuro: il Digital Welfare Manager

Sarà organizzato da Irecoop Emilia Romagna il primo corso di formazione professionale per diventare Digital Welfare Manager: una figura che si occuperà di progettare e gestire piattaforme di welfare aziendale e supporti tecnologici per l'ottimizzazione di piani di welfare aziendale e per migliorarne la fruizione e la rendicontazione.

Rinnovo CCNL telecomunicazioni

Lo scorso novembre le parti sociali hanno firmato l'accordo per il rinnovo del CCNL del settore telecomunicazioni.
La novità, prevista a partire dal 1° luglio 2018, consiste nell'introduzione del welfare aziendale. È infatti previsto un contributo di 120 € erogato dalle imprese del settore per i loro dipendenti destinato a servizi di welfare.

Accordo sull'ERT ed erogazione di servizi welfare

Con l'accordo siglato il 20 ottobre anche le cooperative sociali potranno accedere all'erogazione dell'ERT come definito dalla Legge di Stabilità.
Inoltre i lavoratori avranno la facoltà di scegliere che le somme dell'ERT siano sostituite, in tutto o in parte, con servizi di welfare aziendale.
Scopri tutte le opportunità e i vantaggi per le cooperative e le aziende!

Terzo Rapporto sul secondo welfare in Italia

Il 21 novembre è stato presentato il Rapporto sul secondo welfare in Italia che raccoglie le principali ricerche svolte dal Laboratorio Percorsi di secondo welfare negli ultimi due anni. Il documento offre alcuni spunti di riflessione utili a comprendere l'evoluzione del secondo welfare nel nostro Paese, approfondisce modalità operative, progetti e strategie di alcune realtà italiane e affronta alcuni temi centrali come l’innovazione sociale, l’empowerment dei destinatari degli interventi, l’interazione con il Pubblico e l’attivismo “dal basso”.

Decreto misure di conciliazione

Con il nuovo decreto il governo rilancia sulla contrattazione aziendale come leva per negoziare e realizzare nuove e più incisive misure di conciliazione tra vita privata e lavorativa.
Tre le aree di intervento: iniziative per agevolare la genitorialità, flessibilità degli orari lavorativi e welfare aziendale.
Se sei un'azienda interessata ad approfondire questa opportunità, contattaci!

I Quaderni del Welfare

Il Quaderno n°1 del Welfare è realizzato da Federsolidarietà e Confcooperative e sintetizza il Seminario “Welfare aziendale e cooperazione sociale”
tenutosi a Roma il 17 novembre 2016 presso il Palazzo della Cooperazione.

Viene affrontato il tema sotto il profilo normativo, contrattuale e tributario, offrendo l'esempio di alcune esperienze concrete.

Il welfare nel CCNL Metalmeccanico Industria

L'accordo integrativo del 27 febbraio 2017 (art. 17 – Sezione Quarta – Titolo IV del nuovo CCNL) disciplina l'erogazione dei flexible benefits ai dipendenti, a partire dal 1° giugno 2017, in applicazione del nuovo CCNL Metalmeccanico Industria
Il valore dei beni e servizi definito per il triennio è pari a: 100 euro per il 2017; 150 euro per il 2018; 200 euro per il 2019.
Gli importi andranno utilizzati dal dipendente sempre entro il 31 maggio dell’anno successivo.
Se sei un'azienda metalmeccanica e cerchi una soluzione snella per adempiere all'impegno contrattuale, contattaci!

Seminario "Cooperative e welfare per i lavoratori: quali vantaggi?"

Wave era ospite del seminario organizzato da Irecoop Veneto dal titolo
"Cooperative e welfare per i lavoratori: quali vantaggi?"

Ha potuto portare la sua esperienza e testimonianza di società che offre servizi di welfare aziendale erogati da una rete di cooperative sociali radicate nel territorio.

Dicono di noi...

Wave: il mondo cooperativo veneto investe nel welfare aziendale (Percorsi di Secondo Welfare, 17/11/2017)
Wave (acronimo di Welfare Aziendale Veneto) è una startup, composta esclusivamente da realtà appartenenti al mondo cooperativo, che si occupa di fornire…Continua a leggere

Le Coop hanno costituito "Wave" (Confcooperative Belluno Treviso, 11/01/2017)
Wave, acronimo di Welfare Aziendale Veneto, è una start up costituitasi a Treviso su spinta di Confcooperative Belluno e Treviso, con l'obiettivo di erogare e gestire servizi di welfare... Continua a leggere

Wave, la coop del welfare veneto (Corriere delle Alpi, 14/12/2016)
Nasce la “super” cooperativa: 14 soggetti tra quelli che fanno parte di Confcooperative Belluno e Treviso hanno fondato Wave, acronimo di Welfare Aziendale Veneto, una nuova società che si impegnerà a fornire servizi di varia natura ai suoi associati... Continua a leggere

Una start up per erogare i servizi di welfare (Corriere del Veneto, 10/12/2016)
Il «modello Treviso» nelle soluzioni di welfare per le piccole imprese è preso a manuale in tutta Italia, in Veneto si concentra il 25% dei contratti con premi di risultato. Trovare soluzioni per i dipendenti e ottenere i vantaggi fiscali, però, per le aziende non è sempre facile... Continua a leggere

Nasce Wave: la start up del Welfare aziendale Veneto (il Tirreno, 09/12/2016)
Quattordici soggetti fornitori di servizi, fra i quali undici cooperative delle province di Treviso e Belluno, hanno costituito «Welfare aziendale Veneto» (Wave) per pacchetti di servizi calibrati sulle singole esigenze... Continua a leggere

Welfare aziendale: nasce startup Wave da 14 cooperative di Treviso e Belluno (Venezie Post, 09/12/2016)
Undici cooperative e tre consorzi delle province di Treviso e Belluno hanno costituito la startup “Welfare aziendale Veneto” (Wave), che ha l’obiettivo di proporre alle imprese intenzionate ad introdurre strumenti di welfare aziendale dei pacchetti di servizi calibrati sulle singole esigenze... Continua a leggere

Nasce WaVe srl per dare supporto alle aziende (Corriere delle Alpi, 29/10/2016)
È nata la società WaVe srl “Welfare Aziendale Veneto Srl” costituita da 14 cooperative sociali di Federsolidarietà Belluno-Treviso della Confederazione delle Cooperative Bl-Tv... Continua a leggere